Rino Gaetano E il suo tempo

Domenica 16 Dicembre 2018 ore 19:00
Istituto “S.Pertini” - Crotone

Rosa Martirano - Vocalist | Mariano Riccio - Voce recitante
Vincenzo Cipriani - Pianoforte
Orchestra d’archi “Orfeo Stillo” Dir. : M° Fernando Romano
“Rino Gaetano e il suo tempo”

Rino Gaetano e il suo tempo

Rosa Martirano cantante jazz cosentina, collabora con diversi artisti pop.

Una voce che potrebbe legittimamente aspirare a calcare palcoscenici ancora più prestigiosi.

La timbrica e l’estensione che, mescolate ad un piglio interpretativo da consumata cantante, le consentono di affrontare con singolare naturalezza i repertori più disparati, dal jazz, all’etno-folk, alla bossa nova, fino a sorprendenti rivisitazioni di canzoni d’autore o a innesti di testi in calabrese su musiche jazz avvolte da un’aura di sacralità, apparentemente al riparo da ogni forma di contaminazione, figurarsi poi dal dialetto

Canta a vari festivals jazz accompagnata dai jazzisti italiani più prestigiosi, e con il gruppo Astmosfera, partecipa a tre puntate della trasmissione D.O.C. di Renzo Arbore su Raidue condotta da Gegè Telesforo e Monica Nannini, nella quale interpreta brani inediti pop/jazz alternando le sue esibizioni a quelle di Joe Cocker.

Partecipa allo spettacolo “Bastimenti” che ha per tema l’emigrazione italiana in Argentina, rappresentato in diversi teatri italiani, in Germania e Argentina, interpretando brani tratti dal repertorio classico del tango argentino e brani inediti di Cataldo Perri.

Nel 2004 esce il disco “Rosa Martirano Quartet” una raccolta di standard e brani pop in chiave Jazz con gli arrangiamenti del pianista Piero Cusato, al basso Roberto Musolino, alla batteria Roberto Rossi, tra gli ospiti Toots Thielemans, Carl Potter, Armando Corsi e Guancarlo Maurino.

Con il progetto Helahit, lanciato in Brasile e in altre nazioni, disco singolo che contiene anche una versione jazz del brano, eseguita dal Rosa Martirano Quintet, balza ai primi posti delle classifiche dance.

E’ stata ospite in diverse occasioni, di Claudio Baglioni. A Lampedusa nella tre giorni di concerti “O’ Scià” trasmessa da SKY-Videoitalia, dove si è esibita con il suo quartetto, l’anno successivo al “Tutti qui – XI raduno Clab” al Mandela Forum di Firenze, e alla manifestazione “Susiti” nella quale ha presentato in anteprima, alcuni dei brani del suo nuovo progetto “La curpa è di l’amuri“. Ad accompagnarla al piano e poi al basso, Roberto Musolino, alla chitarra Baglioni e i Baraonna.

Rosa nel 2007 inizia un sodalizio con Roberto Taufic, chitarrista brasiliano con il quale interpreta i brani di Antonio Carlos Jobim e l’anno dopo apre con lui il concerto di George Benson a Le Castella Isola Capo Rizzuto-KR, interpretando “If you leave me now”, dei Chicago, ”Estate” di Bruno Martino e “Angela” di Josè Feliciano, in un’inedita chiave brasilian jazz, molto apprezzata dal pubblico e dallo stesso Benson. Sempre in duo con Taufic, tiene il concerto “Notte di pace e di stelle” per l’Abruzzo, a cui partecipano anche Noa e Mira Award. Successivamente incide con Taufic un disco dal titolo “Live in Studio”, contenente brani dal repertorio nazionale ed internazionale. Tiene diversi concerti teatrali e nello stesso periodo dà vita ad un progetto in duo con il M° Paolo Damiani per un singolare duo Violoncello e voce.

Rosa nel 2009 incide il singolo Albachiara, rivisitazione del celeberrimo brano di Vasco Rossi, per la Hit Record con la produzione artistica di Roberto Musolino. Distribuito su I-Tunes e su molti altri stores digitali, è l’anticipazione del successivo lavoro discografico “L’incontro”, contenente brani inediti (alcuni suoi), e brani editi in chiave pop-jazz e bossa nova, tra i brani più emozionanti “Monaluna”, musica della jazzista brasiliana Tania Maria e testo di Maurizio Morante. Nello stesso anno, è anche ospite dei Neri Per Caso nel loro concerto a Soverato dove interpreta il brano “What a fool believes.

Partecipa come autrice e compositrice al 53° Zecchino D’Oro su Rai1 con la canzone “Forza Gesù”, cantata dal piccolo Simone Deiana, vince due Telezecchini e uno Zecchino Rosso, mentre alla 54° edizione dello Zecchino D’Oro partecipa con la canzone “Il rap del peperoncino”, cantata dal piccolo Giuseppe Mallo, dove arriva seconda, e vince anche uno Zecchino Blu.

Rosa Martirano si esibisce al “Roccella Jazz Festival” nel concerto “Omaggio a Piero Cusato- Progetto Anassagora”, insieme a Roberto Musolino e all’Orchestra del progetto, diretta dal M° Tonino Sgambelluri, cantando 2 brani di cui è autrice dei testi, con musiche di Musolino e Cusato.

Il 23 giugno 2012 pubblica l’album “La curpa è di l’amuri” contenente 11 inediti di cui è compositrice e autrice, in collaborazione con Paolo Damiani e Maurizio Morante.

La nostra artista, tiene anche diversi concerti nella sua terra: si ricorda la Rassegna itinerante “Fatti di Musica – Calabria Doc” di Ruggero Pegna e il concerto per la Rassegna “Tarantella Power”, oltre alla kermesse “Peperoncino in palcoscenico” presso l’Anfiteatro dei Ruderi di Cirella Antica. Riceve il premio “Checco Manente” a Torretta KR ed il premio “Insieme per la Calabria 2012” a Gizzeria CZ. Partecipa al libro “Musica contro le mafie”, dell’editore Rubettino, con il testo della sua canzone “Cca nun si po’ sunnari” che parla dei rifiuti tossici gettati nel mare e nella terra calabrese. Degno di nota anche il concerto benefico che tiene al teatro di Cosenza “Sismusica” Collettivo Musicisti Calabri per il Pollino.

A gennaio 2013, Rosa Martirano si esibisce in concerto all’Auditorium della Conciliazione a Roma con la sua band durante la manifestazione “La Calabria incontra Roma-Canti, suoni e tradizioni” insieme alla Compagnia di Musica Popolare di Calabria, la Compagnia Roma Nostra e l’attrice Francesca Scrivano, e il mese dopo tiene due concerti con la sua band al Teatro dell’Acquario di Cosenza.

Ad agosto 2013, col Walter Martino Quartet si esibisce al concerto “E la chiamano estate”, dove interpreta i brani di jazz italiano di Bruno Martino.

Rosa Martirano, da febbraio 2013 è docente di Canto Moderno, per nomina del Direttore del Conservatorio di Vibo Valentia, presso Il “Polisa”, Politecnico universitario Internazionale di Vibo Valentia. Dello scorso anno, si ricorda anche l’esibizione col Rosa Martirano jazz quartet nel concerto benefico “Light concert & mostra pittorica” al Caffè letterario di Cosenza, in cui espone i suoi dipinti, ispirati dalle canzoni da lei stessa interpretate durante il concerto.

A gennaio di quest’anno, partecipa al “Concerto di Capodanno” dell’Ass. “Salotto dodici” di Sergio Nucci, con la sua band al Teatro A.Rendano di Cosenza, dove esegue brani tratti dal disco “La curpa è di l’amuri” e dai dischi precedenti. L’evento registra il tutto esaurito. Nello stesso mese, si esibisce a Crotone nella Cattedrale, in occasione della rassegna “Natale in Rotary”, eseguendo musiche di Tenco, Battisti, Dalla, Beatles, Taylor ed altri, accompagnata al pianoforte dal M° Vincenzo Cipriani insieme all’Orchestra da Camera “O.stillo” diretta dal M° Ferdinando Romano.

Rosa Martirano è anche testimonial dal 2010 dell’A.I.S.M (associazione italiana sclerosi multipla) per la Calabria, che attraverso spettacoli e concerti sostiene iniziative benefiche insieme all’imprenditrice cosentina Simona De Benedittis con la quale ha dato vita ad una ONLUS intitolata ‘Ad Ercole e a Paolo’, in ricordo dei loro due fratelli scomparsi prematuramente.

La nostra artista ha alle spalle numerose collaborazioni. Oltre a quelle già citate, si ricordano quelle con: Toots Thielemans, Paolo Damiani, Danilo Rea, Neri per Caso, Armando Corsi, Beppe Quirici, Mario Arcari, Marco Rinalduzzi, Maurizio Morante, John Giblin, Paolo Gianolio, Gavin Harrison, Elio Rivagli, Pio Spiriti, Roberto Pagani, Baraonna, Enzo Avitabile.