Gene Gnocchi

Giovedì 22 Novembre ore 21:00
Teatro Apollo - Crotone

“Cose che mi sono capitate ... Ancora”

Gene Gnocchi

Io sono un cantante che ha spaccato a metà la critica: quelli che mi volevano bene dicevano che ero il Ray Charles bianco, mentre quelli che mi volevano male dicevano che ero il Toto Cutugno nero.
Gene Gnocchi, pseudonimo di Eugenio Ghiozzi (Fidenza, 1º marzo 1955), è un comico, conduttore televisivo, cantante, scrittore ed ex calciatore italiano
Dopo la laurea in Giurisprudenza all’Università di Parma, per qualche anno si divide tra la carriera di avvocato e quella di frontman nel gruppo I Desmodromici.
In gioventù Gene Gnocchi era stato un calciatore di Serie C: fu riserva dell’Alessandria, allora allenata da Giuseppe Marchioro, ricoprendo il ruolo di centrocampista offensivo.
Nei primi anni ottanta esordisce allo Zelig di Milano.
Dopo alcune apparizioni al Maurizio Costanzo Show, Gnocchi viene selezionato per lo show Emilio (1989). Nello stesso periodo è ospite al Gioco dei 9 condotto da Raimondo Vianello.
Successivamente forma un’affiatata coppia artistica con Teo Teocoli nella sit-com I vicini di casa e nel varietà Mai dire gol.
Nel 1994 realizza L’Approfondimento per Rai 3, trasmissione nella quale, assieme alla sua stralunata famiglia, commenta e discute i fatti più importanti del giorno.
Recita per Lina Wertmüller nel film Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica ed è protagonista di diversi spettacoli teatrali.
Conduce varietà televisivi (Meteore, Striscia la notizia, Il Boom) e programmi di seconda serata, come Dillo a Wally (1997) e La grande notte (2002). È ospite fisso del programma Quelli che il calcio.
Nella primavera 2004 ha affiancato Amadeus nella prima edizione del reality Music Farm e Simona Ventura nella conduzione del Festival di Sanremo.
Nel settembre 2008 passa all’emittente televisiva Sky (pur mantenendo la conduzione di Artù su Rai 2) per condurre Gnok Calcio Show la domenica pomeriggio.
Da gennaio 2010 partecipa ad alcune puntate programma televisivo Zelig su Canale 5.
Nel settembre 2010 torna a lavorare in Rai con il L’almanacco del Gene Gnocco in onda su Rai 3.
Dalla stagione successiva è membro fisso del programma La Domenica Sportiva.
Da gennaio 2012 collabora con R101 nel programma in onda dalle ore 10:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì.
In estate è ospite fisso alla trasmissione Rai Notti Europee, condotta da Andrea Fusco e Simona Rolandi, in collegamento da Rimini.
Dal 2017 cura la copertina comica del talk show politico Dimartedì, condotto da Giovanni Floris su La7.
È autore di libri, non solo comici.

“COSE CHE MI SON CAPITATE”

Dopo un consulto medico, un attempato signore della “middleupclass”, esaminandosi intimamente, si rende conto di non aver esternato mai nessuna emozione, alcun sentimento. Da questa inquietante analisi ne esce una risposta sconcertante: lui sta benissimo, ma nella sua vita si è sempre tenuto tutto dentro.
La sua quotidianità è una lastra grigia, senza sobbalzi, caratterizzata da piccole cose, minuzie, facezie: il baluginio della squama di un cefalo , il rumore del vento che si incanala tra i dirupi. Ma sarà poi proprio tutto vero? Che dire allora di quella volta che entrando in un autolavaggio fu rapito dalla mafia? Quella volta che Sarkozy al telefono gli affidò una missione impossibile, o Ancora quando , partecipando al concorso di bellezza per l’uomo più bello del mondo, si rese conto che i partecipanti erano solo due, lui e il suo gemello bello. Con questo spettacolo Gene Gnocchi, fingendo di ripercorrere asetticamente la sua esistenza fatta di giornate noiose e banalità, in realtà mette a nudo il fondamentale dilemma della vita… E’ nato prima l’uovo o la gallina? In questo caso: è meglio mangiare prima e poi
andare a teatro o prima andare a teatro e poi mangiare?